Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘guida museale’

Oggi ho accompagnato una classe di liceali a visitare la bella mostra su Tintoretto a palazzo ducale. La mostra è bella e davvero piena di spunti, tante idee e notizie e soprattutto la star è Susanna e i vecchioni, magistralmente interpretato da Tintoretto nell’opera del 1555.

Ai ragazzi Susanna non è piaciuta, anzi l’hanno apostrofata come grassa, cicciona, brutta… Questi commenti mi hanno lasciata davvero allibita, non perché non mi aspettassi commenti simili per carità, lavoro con le scuole da molti anni, ma mi aspettavo che la vedessero almeno personaggio catalizzatore, interessante e sensualissima. Invece niente. Niente di niente.

Vi racconto la storia, Jacopo Robusti rappresenta un momento della vicenda biblica (Daniele, 13.1-64) che ha per protagonisti due anziani giudici i quali, innamoratisi di una giovane, Susanna appunto, moglie del ricco Ioachim, la spiano per settimane fino al giorno in cui decidono di proporle di giacere con loro. In caso contrario l’avrebbero accusati adulterio: data la loro posizione sociale sarebbero stati di sicuro creduti e lei, di conseguenza, condannata a morte.

Susanna è bellissima, candida e lattea si lava credendosi sola e quindi libera di prendersi cura di sé. Questo tipo di bellezza era tipico dal medioevo, pensiamo alle caratteristiche raccontate da Dante di Beatrice o di Laura da Boccaccio, fino a Rubens o alle bellezze morbide e carnose dell’800. Essere magrissima al tempo poteva significare tisi o denutrizione quindi la bellezza era altra da questo. ..

Cosa è successo? La bellezza neoclassica di Canova, le cosce meravigliose scolpite da Bernini, le femmine di Tiziano e Veronese, le labbra delle donne di Raffaello, la donna in tutte le sue forme è bellissima.

Ragazzi ricordatevelo sempre.

Vostra giunonica I.

Read Full Post »

Un cappello cambia la vita....

Quando si è un po’ tristi, quando le cose non vanno come si vorrebbe, quando anche la maglietta di Wonder Woman non scatena poteri sovrannaturali… c’è solo una cosa da fare, mettere in testa la prima cosa che si trova e farci una sciocca foto. Certo, non cambierà nulla, il rebus non troverà una soluzione da solo, le millemaildilavoro arriveranno comunque, ma con voi ci sarà un sorriso e quello, per un paio di minuti asciugherà quel velo sugli occhi che mai nessuno deve vedere ma che conoscete bene.

Un cappello, anche un coprivaso meglio detto cachepot, può illuminare una giornata no…

Vostra I.

Read Full Post »

Breakfast&Coffee

Coffee teller & breakfast addicted.

poesiaincodice

This WordPress.com site is the bee's knees

Ideeintavola

Tutti a tavola con creatività!

Copper Beech Blog

Seasons, waves, poetry, sliding-panels and heroines

Il nuovo mondo di Galatea

Diario ironico dal mitico nordest

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

minima & moralia

un blog culturale di minimum fax [versione beta]

Pensieri lib(e)ri

"Così ho messo tutto a posto. Sulla pagina, almeno. Dentro di me tutto resta come prima." I. Calvino

Diario di un operatore museale

Ca' Rezzonico, il più bel museo di Venezia